Fulvio Capezzuoli

 

Nasce a Milano, dove compie i suoi studi laureandosi in Scienze Economiche all’Università Cattolica del Sacro Cuore. Appassionato di cinema, già negli anni ‘70 realizza, con mezzi propri, cortometraggi a soggetto.
Negli anni ’80, durante i suoi frequenti viaggi a Cuba, ha modo di approfondire le conoscenze del Cinema Cubano d’Animazione e diviene amico di importanti registi quali Mario Rivas, Tullio Raggi e soprattutto Juan Padròn.
Collabora, per la parte cubana, alla realizzazione di un’antologia sul cinema di animazione.
Dal 1985 cura e dirige alcuni Cineforum milanesi, in particolare il “Circolo Famigliare” di Viale Monza, al quale si assoceranno, nel tempo, i circoli di Sovico e Triuggio in provincia di Milano.
Tiene corsi di cinema, sia nei Circoli succitati, che in alcune scuole, in particolare un corso sulla “Evoluzione del Linguaggio Cinematografico dai Lumière a Kubrick”, che ripete più volte, curando anche la pubblicazione delle dispense relative.
Analizza per anni il cinema Iraniano, fino a tenere un corso sulle sue caratteristiche estetiche, corso che riscuote successo ed interesse anche da parte di organi di stampa quali “Il Corriere della Sera”, “La Repubblica” ed “Il Manifesto”.
A partire dal 2001 collabora con la Fondazione Cineteca Italiana nell’organizzazione di rassegne e serate a tema.
Nel 2003 pubblica per l’Editore Gremese, il suo primo libro Il sapore della bellezza, saggio critico sul cinema dell’Iran. Nello stesso anno si trasferisce, per lavoro, nel Sud dell’Italia, ma continua a pubblicare per i tipi dell’editore milanese ExCogita.
Esce nel 2006 L’estasi e il Tormento, in collaborazione con la fotografa Tony Tamagni, un testo sui suoi quindici anni di esperienza come organizzatore di Cineforum e, nel 2008, Locarno mon amour, dove i suoi testi si alternano alle foto di Tony Tamagni, per raccontare una giornata tipo al festival cinematografico della città svizzera. Il libro viene presentato ufficialmente alla Radio Televisione Svizzera, durante la 61esima edizione della rassegna. Gli anni del sole stanco (editore Edimond), nato da ricerche storiche, effettuate proprio nel Sud Italia, è la sua prima opera di narrativa pubblicata, ed ha vinto nell’ottobre del 2008 il Premio Letterario Città di Castello.
Esce nel 2010 Al di là dell’oceano, romanzo storico sulla Grecia del V secolo a.c., ambientato nella città di Paestum (a quei tempi chiamata Poseidonia), che narra tra l’altro la costruzione della famosa Tomba del Tuffatore. L’opera viene ufficialmente presentata il 18 giugno 2011 all’interno del Museo Nazionale Archeologico di Paestum.
Nel 2012 inizia a collaborare con la rivista letteraria PaginaUno, dove compare nel numero 26 l’articolo Per una riflessione sul ‘brigantaggio’ meridionale e sul numero 27 un racconto breve dal titolo Il Vagabondo.

Nel settembre 2012 con il racconto Il fuggitivo, vince il primo premio al concorso letterario “Ponti Arte 2012” organizzato dalla Comunità Montana dell'Oltrepò Pavese e dalla Provincia di Pavia  

E’ uno dei 16 finalisti del concorso Giallomilanese 2012, e il suo racconto La frase, è stato pubblicato da ExCogita, nella raccolta omonima data alle stampe nel novembre 2012.

Milano 1946, delitti a Città Studi , pubblicato nel 2014 da Todaro Editore, è il suo primo romanzo giallo che vede come protagonista il commissario Maugeri. Si svolge a Milano, nell’immediato dopoguerra e  pur contenendo tutti gli elementi della narrativa di questo genere (omicidi, indagini, individuazione del colpevole, ecc.), contiene anche elementi storici, legati a fatti realmente accaduti, fatti che vengono menzionati nella nota finale.

Per Edizioni PaginaUno pubblica nel febbraio del 2015 Nel nome della donna, un affresco storico ambientato fra .l’XI e il XII secolo dell’era moderna, che racconta delle donne medico della Scuola Salernitana.

 

Nel novembre 2015, sempre per Todaro Editore, pubblica Milano 1947, misteri a Porta Venezia, seconda avventura del commissario Maugeri che, come il precedente, contiene, insieme alla struttura poliziesca, elementi storici legati a fatti realmente accaduti durante la Seconda Guerra Mondiale