Gli anni del sole stanco

Edimond editore (collana Centopagine) - 2009 - Pag. 190  

Leggi la prima pagina

Il romanzo è incentrato sulla figura di Michelina De Cesare, la più famosa "brigantessa" del meridione d'Italia. Il libro, che ha vinto nell’Ottobre 2008 il Premio Letterario Città di Castello, racconta, intrecciandola con altri personaggi storici, la vita e la morte di questa coraggiosa ragazza che, di fronte ai soprusi e alle violenza che quotididianamente subivano le genti della sua terra, impugnò le armi contro "l'invasore" piemontese. Fu una delle protagonista di quella ribellione contadina che, tra il 1861 e il 1870, sconvolse il sud del nostro paese e che costò circa 100.000 morti fra ribelli, soldati e, soprattutto, popolazione civile. Rivive, in questo romanzo, una pagina della nostra storia che è stata completamente cancellata, che non è mai stata insegnata nelle scuole e della quale si trova traccia solo nelle opere di alcuni autori.. Si tratta di avvenimenti, che coinvolgono coloro che ancora oggi considerano il nord “portatore di civiltà” verso quel meridione “povero ed incolto” che, tra l’altro, non mostra neppure riconoscenza per questi suoi “benefattori”.